Moving time  7 klukkustundir 44 mínútur

Tími  10 klukkustundir 9 mínútur

Hnit 5249

Uploaded 21. júní 2019

Recorded júní 2019

-
-
1.073 m
-20 m
0
7,6
15
30,23 km

Skoðað 291sinnum, niðurhalað 5 sinni

nálægt Bordighera, Liguria (Italia)

Il percorso parte da Bordighera vecchia, dove s'imbocca il piacevole sentiero del beodo fino alla deviazione in direzione Monte Nero / Ospedaletti. Si attraversa il torrente Sasso e quindi si risale seguendo i segnavia bianchi e rossi CAI e un'altra traccia gialla fino alla vasca antincendio (ca 1h dalla partenza), poi su carrozzabile sempre in direzione Ospedaletti Montenero fino al cartello che indica a destra per Coldirodi.
Da qui inizia il sentiero della costa, che segue il tracciato del sentiero Liguria: cammino splendido, con lievi saliscendi e costante panorama sul mare fra le ginestre. Nella prima parte purtroppo è molto trascurato, in alcuni tratti bisogna farsi strada col bastone nella vegetazione alta, poi dall'incrocio con il raccordo per il passo del Ronco il tracciato è pulito.
Dopo ca 2 ore si incontra il bivio Coldirodi / Ospedaletti (ca 2.30 ore d.p.), si prende a sinistra la salita per Coldirodi, ma da qui in poi la segnaletica scompare completamente, il cammino prosegue in costa fino a un punto panoramico sul crinale di Cordirodi, sopra la croce di padre Gaggio, che domina la costa da da Taggia a Bordighera.
Si arriva quindi ad uno slargo (ca 4 ore d.p.) dove è stato installato un provvidenziale rubinetto da cui esce un filo d'acqua: è l'ultima che s'incontra fino a Seborga, quindi meglio avere la pazienza di fare rifornimenti.
Qui il sentiero si divide in tre rami, non c'è ombra di segnavia, consultando le mappe scelgo erroneamente quello di sinistra: mi accorgerò più avanti che avrei tagliato di parecchio seguendo quello di destra... Intercettato infine il crinale per il monte Carparo grazie alle indicazioni di alcuni camminatori della zona, raggiungo in breve la cima (ca 5.15 ore d.p.).
Da qui il Caggio è vicino, quindi faccio un ulteriore allungo seguendo sempre il crinale: sentiero estremamente piacevole immerso nei profumi della macchia mediterranea, che tramuta per un attimo in vegetazione alpina. Vista dal Caggio splendida su costa e montagne ( ca 6 ore d.p.).
Grazie alle indicazioni dei locali, la discesa a Seborga è rapida (ca 8 ore d.p.): dal Carparo tenere la via a destra e poi sempre dritto in discesa, anche qui nessun segnavia... Il sentiero per Seborga è panoramico e poco faticoso, da Seborga a Bordighera invece non è un granché: su strada, a tratti principale. Non so se esista un'alternativa da Seborga lungo il vallone del Sasso.
Raggiunta infine Bordighera (ca 10 ore d.p.), chiudo la camminata con un tuffo ristoratore nelle cristalline acque di sant'Ampelio.
Incontrati diversi cinghialetti grufolanti lungo il percorso!
Difficoltà tecnica nessuna; a parte la lunghezza e l'assenza di segnaletica da Ospedaletti in poi, questo percorso non ha nulla d'impegnativo.
Benché i sentieri siano in buona parte ombreggiati, il periodo migliore per questo giro è sicuramente la primavera, anche per godersi al meglio il panorama e non doversela vedere con l'invadenza della vegetazione estiva.
mynd

Bordighera, si parte dalla città vecchia

Ficus secolare alla spianata del Capo, cartellone della Via della Costa
mynd

Bordighera vecchia

Porta del Capo, i cartelli segnavia
mynd

Il Beodo

Gatti in attesa di spuntini, l'ulivo di Monet, scorci con palme
mynd

Deviazione Monte Nero Ospedaletti

La deviazione porta ad attraversare in Sasso e quindi a una ripida risalita su strada cementata: seguire i segni cai e i segni gialli
mynd

Crocevia vasca antincendio (ca h 1)

Seguire direzione Ospedaletti Montenero
mynd

deviazione via della Costa

mynd

Vista sulla costa

mynd

Vista verso Coldirodi

mynd

Incrocio con il raccordo per il passo del ronco, da qui il sentiero si fa fa più agevole

mynd

i segnavia del sentiero Liguria

mynd

Freschi passaggi nel bosco

mynd

Bivio Ospedaletti / Coldirodi (ca h 2.30)

N.B.In direzione Coldirodi da qui in poi la segnaletica scompare
mynd

Crinale sopra Coldirodi: vista su Sanremo, Croce di padre Gaggio, costa verso Bordighera

mynd

Panoramiche San Remo - Bordighera

mynd

Acqua e bivio sbagliato (ca h 4)

Acqua: rubinetto con un filo d'acqua, non se ne incontra altra fino a Seborga, meglio avere la pazienza di fare riferimenti. Da qui parte un trivio senza nessuna indicazione, io ho preso a sinistra allungando inutilmente, quella giusta doveva essere a destra, si capisce bene dal tracciato gps
mynd

Raccordo mancato: qui probabilmente sarei arrivata prendendo a destra alla fontana

mynd

Deviazione a destra

mynd

Monte Carparo (ca h 5.15)

Panoramiche e il curioso cippo di confine n.8, risale al '700, in origine era in piedi, indica con le iniziali le direzioni per Seborga e Coldirodi
mynd

Monte Caggio (ca h 6)

Si raggiunge proseguendo il crinale dal Carparo: percorso estremamente piacevole e ricco di profumi mediterranei che cedono gradualmente il passo a una vegetazione più alpina. NB: il sentiero fa un uncino, bisogna andare un po' oltre la vetta per imboccare l'ultimo tratto di salita
mynd

Vista su Seborga e la costa lungo la discesa

mynd

Seborga (ca h 8)

Non avendo notizia di un sentiero che fin da qui segua il vallone del Sasso, seguo la normale Seborga Sasso: via non molto piacevole ma veloce
mynd

Chiesetta Madonna della Neve fra Seborga e Sasso

Qui si incrocia sentiero per Vallebona
mynd

Fiori: bouganvillea e uccelli del paradiso

mynd

Sasso

mynd

Verso Bordighera

mynd

Bordighera vecchia

L'anello si chiude qui, ma ho proseguito il tracciato fino a Capo Sant'Ampelio, dove in stagione consiglio assolutamente un bagno dagli scogli!
mynd

Approdo a capo sant'Ampelio (ca h 10)

1 comment

You can or this trail