Niðurhal

Heildar hækkun

524 m

Styrkleiki

Auðvelt

niður á móti

524 m

Max elevation

704 m

Trailrank

54

Min elevation

322 m

Trail type

Loop

Moving time

2 klukkustundir 30 mínútur

Tími

3 klukkustundir 9 mínútur

Hnit

1826

Uploaded

2. júní 2021

Recorded

júní 2021
Be the first to clap
Share
-
-
704 m
322 m
10,56 km

Skoðað 139sinnum, niðurhalað 4 sinni

nálægt Bassiano, Lazio (Italia)

Semplice e pregevole passeggiata intorno al Monte Carbolino con visita al Santuario del Crocifisso.
Arrivati a Bassiano si scende per via Vincenzo Pietrosanti direzione Santuario del Crocifisso. La via è stretta e non consente grandi manovre, mente il parcheggio al Santuario può ospitare si e no una decina di auto.
Alle 7:00 di mattina il Santuario è ancora chiuso e non rimane che iniziare il breve anello che condurrà al punto panoramico sull' Agro Pontino, prima che il sole diventi troppo caldo e che si risveglino insetti e serpenti meglio puntare direttamente al sentiero con maggior dislivello e che consente in breve tempo il raggiungimento del versante panoramico.
Il tracciolino sempre ben visibile è a tratti semiostruito dalle piante, ma mai impegnativo.
Giunti sulla via San Francesco si percorre un breve tratto di strada asfaltata superando il sentiero per la Casermetta (rifugio di epoca fascista ristrutturato recentemente), sino a raggiungere il versante Ovest del Monte Carbolino.
La veduta sulla pianura Pontina ci accompagna per qualche km alternando le varie angolazioni su Sermoneta, Latina, Monte Acquapuzza, in parte il Circeo, i Castelli Romani e l'altipiano di Norma. Davvero un pregevole affaccio. Peccato per la foschia!
Il sentiero attraversa uno dei vari terrazzamenti realizzati con mura poligonali che si affacciano sull'Abbazia di Valvisciolo.
Terminata la parte panoramica si entra nella macchia mediterranea, al fresco e in ombra sino al tappeto di rocce calcaree che anticipa l'arrivo al Santuario.
Alle 10:00 il Santuario è aperto e vi è solo il custode. La visita all'interno è obbligatoria se si vugliono ammirare la Grotta di Selvascura con i suoi affreschi del XV secolo, la cappella a base circolare ospitante il Crocifisso realizzato da Fra' Vincenzo Pietrosanti nel 1673. Il Santuario realizzato intorno al XII secolo e abitato sin dalle origini dai frati Francescani ha visto il passaggio dei monaci Templari che trovarono rifugio nella grotta di Selvaoscura.
Bílastæði

Santuario del Crocifisso

Varða

Via San Francesco

Gatnamót

Scendere sulla carrareccia

Fallegt útsýni

Punto panoramico

Gatnamót

Continuare a scendere

Athugasemdir

    You can or this trail