Niðurhal

Fjarlægð

12,07 km

Heildar hækkun

360 m

Tæknilegir erfiðleikar

Erfitt

Lækkun

360 m

Max elevation

552 m

Trailrank

49

Min elevation

251 m

Trail type

Loop
  • Mynd af Isca Manna - Anello dei due torrenti
  • Mynd af Isca Manna - Anello dei due torrenti
  • Mynd af Isca Manna - Anello dei due torrenti
  • Mynd af Isca Manna - Anello dei due torrenti
  • Mynd af Isca Manna - Anello dei due torrenti
  • Mynd af Isca Manna - Anello dei due torrenti

Tími

4 klukkustundir 35 mínútur

Hnit

1051

Uploaded

19. janúar 2017

Recorded

desember 2015
Be the first to clap
Share
-
-
552 m
251 m
12,07 km

Skoðað 1551sinnum, niðurhalað 79 sinni

nálægt Sant'Andrea Frius, Sardegna (Italia)

Bel giro selvaggio con partenza presso Isca Manna (Serdiana).
Sentieri non segnati e a tratti parzialmente chiusi e/o poco evidenti. In inverno o dopo un periodo di piogge la traccia costringe ad affrontare numerosi guadi (può essere necessario cercare un punto più idoneo all'attraversamento dei corsi d'acqua).
Seguire la strada da Dolianova verso Ballao. Svoltare a ds su sterrato (indicazione Isca Manna). seguire indicazioni, superare Agriturismo e posteggiare dopo un ponticello, in corrispondenza di un incrocio.
Seguire sterrato in salita verso NW. Poi seguire sentiero e poi vecchia mulattiera che si inoltra nella valle del rio Padenti Scurosu. Pochi passi e la civiltà scompare totalmente. Arrivati ad un incrocio di tratturi girare a ds su guado e seguire tratturo principale, fino a svalicare su un pianoro punteggiato di sughere. Svoltare a sin e seguire sterrata fino ad incontrare una recinzione. Saltare recinzione e proseguire su pista dalla parte opposta. arrivati ad un incrocio svoltare a ds fino a incontrare una mulattiera in discesa sulla ds. Scendere lungo quest'ultima nella valle del rio Canisoni, che poi diverrà rio su Liuru.
Inizia la parte più selvatica del giro, da qui in poi la pista è a tratti molto poco evidente, si capisce che da qui passano solo vacche. Nel primo tratto seguire il letto del torrente e tenersi a ds: evitare altra pista che percorre la sin orografica e si infila lungo una valle affluente (io ho sbagliato e si vede nella traccia, non seguirla). Il cammino costringe a guadi continui, a volte evitabili cercando piste alternative (evidentemente anche le vacche non vogliono bagnarsi i piedi). Il problema non sussiste nei periodi secchi.
Si incontrano vari ruderi di antiche baracche. Seguire tutto il corso del torrente, fino ad arrivare alle rovine del cuile Perra, dove inizia lo sterrato (girare verso ds) che ci riporta alla macchina.
Varða

rudere

Varða

rudere

Varða

vari ruderi

Gatnamót

scendere zig zag

prendere una pista che scende a ds con piccoli tornanti
Varða

piazzola

Varða

sentierino più evidente

Varða

fiume

Se possibile passare lungo fiume. oppure tenere ds
Gatnamót

mulattiera a ds

lo sterrato continua verso N, imboccare una mulattiera con ingresso poco evidente sulla ds
Varða

A ds

Varða

saltare recinzione

Gatnamót

cresta incrocio - a sin

si arriva su un pianoro, prendere sterrato a sin. Si potrebbe anche proseguire dritti, arrivando ad uno sterrato che ci porterebbe comunque alla macchina, evitando la valle del riu Su Liuru e i suoi tanti guadi.
Varða

gira a ds

Varða

tratturo

Varða

ruderi

Varða

passare a ds

Athugasemdir

    You can or this trail