Niðurhal

Heildar hækkun

1.268 m

Styrkleiki

Erfitt

niður á móti

1.268 m

Max elevation

2.330 m

Trailrank

53

Min elevation

1.304 m

Trail type

Loop

Moving time

5 klukkustundir 26 mínútur

Tími

7 klukkustundir 12 mínútur

Hnit

3079

Uploaded

1. júlí 2021

Recorded

júlí 2021
Be the first to clap
Share
-
-
2.330 m
1.304 m
16,5 km

Skoðað 69sinnum, niðurhalað 3 sinni

nálægt San Pietro della Ienca, Abruzzo (Italia)

Poco prima della Fonte di S.Bernardo , sulla statale SP.86 che collega l'uscita di Assergi col Valico delle Capannelle , in localita' San Pietro della Ienca , si sale su un breve tratto di sterrata dove si parcheggia vicino ad un casaro . Si segue la sterrata che dovrebbe essere il sentiero 11 , ma non vi e' traccia ne' di numero ne' di segnavia . Cmnq non ci si puo' sbagliare seguendo la ripida sterrata che in corrispondenza della Stanga vira decisamente sulla destra proseguendo in traverso su Pietra Cavalli e Colle Quadreglio , ove , superato qualche tornantino , appare sul fossato un vecchio rifugio con annesso serbatoio di acqua oramai in disuso . Siamo sulla contrafforte del M.Ienca sulla sinistra . Di li a poco si raggiunge il Piano di Camarda con annesso laghetto . L'orizzonte si apre in modo spettacolare . Sulla destra Pizzo Camarda , che e' la prima meta da raggiungere , sulla sinistra il M.Ienca , poco piu' in basso il Morrone con lo sfondo magnifico del Lago di Campotosto e i Monti della Laga . Ma imperioso e' di fronte il bastione del M.Corvo che scende sul glaciale che da sulla sottostante Valle Chiarino , con rifugio Fioretti e lo Stazzo di Solange ben visibili . Andiamo di cresta per godere delle formazioni rocciose su cui troviamo alcuni singoli camosci con peluria in fase di rinnovamento . Dopo poco piu' di 250 mt. di dislivello dal Lago di Camarda , raggiungiamo il PIzzo Camarda . La visione e' semplicemente spettacolare , con le Malecoste , Intermesoli , Corno Grande e Corvo a fare da sfondo , verrebbe voglia di essere lassu su ognuna di esse . Particolare attenzione e' da prestare alla vetta , in quanto il sottostante e' un precipizio senza appoggi , per cui prudenza nel muoversi . Scendiamo quindi sul percorso di andata per risalire , dopo il Lago di Camarda ove nel frattempo si sta rinfrescando una piccola mandria di cavalli , sulla vetta del Morrone , ove il Lago di Campotosto appare piu' vicino e si apre la vista sul versante NE del Corvo , versante di Prato Selva . Ci si dirige quindi su prati segnalati da paletti segnavia sul M.Ienca , ultima vetta di giornata . Il panorama si apre nuovamente su L' Aquila e i Monti del Velino-Sirente e il M.S.Franco di fronte a noi . Ci godiamo il nostro pranzo al sacco per iniziare dopo la discesa sul percorso di andata , cercando di tagliare con prudenza un po' di tornanti ed accorciare il percorso . Escursione non difficile tecnicamente ma richiede ottima preparazione fisica , stante il dislivello positivo di 1268 mt. e la lunghezza di piu' di 16km. , la fatica e' ampiamente ripagata dalla spettacolarita' di questo versante del Gran Sasso , poco frequentata ed apprezzata a torto a favore del piu' noto Corno Grande , ma l'escursionista piu' curioso sapra' apprezzarlo .
Fjallskarð

Valico

Gatnamót

Intersezione

Fallegt útsýni

Panorama

Fallegt útsýni

Panorama

Fallegt útsýni

Panorama

Toppur

Vetta

Toppur

Vetta

Fallegt útsýni

Panorama

Toppur

Vetta

Toppur

Vetta

Athugasemdir

    You can or this trail