Tími  3 klukkustundir 23 mínútur

Hnit 1020

Uploaded 8. desember 2016

Recorded desember 2016

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
2.214 m
1.800 m
0
1,8
3,6
7,17 km

Skoðað 5225sinnum, niðurhalað 238 sinni

nálægt Campoforogna, Lazio (Italia)

Splendida giornata sui Reatini salendo sulla montagna simbolo. Il Terminillo è stata una bella sorpresa. Clima mite nonostante siamo praticamente in inverno, sole e cielo azzurro. Parcheggiata l'auto nei pressi del rifugio Angelo Sebastiani a quota 1820 si sale per la breve e ripida via normale in meno di un'ora. Ultimo tratto fra le roccette e sei in cima a quota 2216 sulla vetta del Terminillo. Vista magnifica in tutte le direzioni. Persino il Monte Corvo cosi lontano appare possente e inconfondibile. Molto più interessante e divertente la discesa per la cresta Sassetelli, stretta ed aerea in alcuni tratti. Poi il sentiero scende secco a destra su un pendio erboso e poi ripide svolte, quindi lambisce fra circoli glaciali, brecce e massi la base delle grandi rocce della montagna. Si attraversano luoghi aspri e selvaggi d'altri tempi. Ultimo strappo scomodo su brecce instabili ed il percorso ad anello si chiude al rifugio in meno di tre ore più una sosta in vetta di una mezz'ora per un panino e qualche foto.
neyðarskýli

RIFUGIO SEBASTIANI

Waypoint

SELLA

toppur

VETTA TERMINILLO

Krossgötum

BIVIO CRESTA SASSETELLI

Waypoint

CRESTA SASSETELLI

Krossgötum

BIVIO

Waypoint

SVOLTE

Waypoint

PIETRAIA

Waypoint

RAMPA RIPIDA

4 comments

  • mynd af Luigi Cornacchia

    Luigi Cornacchia 13.3.2017

    salve vorrei compiere questa escursione in settimana. Volevo chiederle se sono necessarie ciaspole/ramponi o se sono sufficienti gli scarponi. Grazie e complimenti per questa bella traccia!

  • mynd af dandy81

    dandy81 13.8.2019

    I have followed this trail  staðfest  View more

    Percorso veramente bello.Traccia utile.Grazie.

  • mynd af Davide Agostini

    Davide Agostini 9.11.2019

    I have followed this trail  View more

    Mi sento di aggiungere informazioni relative alla cresta Sassetelli, per chi come me, soffre di vertigini.
    Ho chiesto ad almeno 3 o 4 persone (in vetta al Terminillo) quanto fosse esposta la Sassetelli, una coppia (composta da uomo "alpino" ma con donna "vertiginosa") mi ha detto che stava andando a provare, poi me li son visti tornare indietro con lei al grido di "ma che sei matto lascia stare", le altre due persone (gente di montagna senza problemi di sorta) mi hanno detto di evitare "assolutamente" se soffrivo di vertigini.
    Beh continuo a notare che il concetto di "esposto" varia immensamente da persona a persona, per me esposto è dove c'è un camminamento stretto e se cadi vai giù a picco, per altri è anche la Sassetelli, un blocco largo almeno 3 metri nel punto più stretto e dove "sotto" non è a picco, ma "pendente".
    Per cui anche io che non riesco ad avvicinarmi a dei "balconi" naturali, la Sassetelli l'ho fatta quasi ad occhi chiusi. Il consiglio che do, è di provare ad arrivare fin lì, come ho fatto io, per provare.

  • mynd af maurizio.fiorenza

    maurizio.fiorenza 1.4.2020

    Gentile Davide Agostini, anch'io soffro di vertigini e concordo sul fatto che la sensibilità di esposizione varia da persona a persona. Detto questo vorrei farle una domanda: salire sul Terminillo dal rifugio Sebastiani implica esposizioni particolari? Grazie...

You can or this trail