-
-
1.588 m
886 m
0
2,3
4,5
9,02 km

Skoðað 929sinnum, niðurhalað 23 sinni

nálægt Äscher, Kanton Appenzell Innerrhoden (Switzerland)

Località di partenza: Ebenalp (1590 m) Wasserauen - Schwende
Lunghezza: 9 km
Quota massima: 1588 m Ebenalp
Dislivello complessivo in salita: 334 m
Arrivo: Wasserauen (886 m) Schwende
Acqua lungo il percorso: NO
Come arrivare: da St. Gallen si imbocca la Teufenerstrasse e si prosegue fino a Teufen. Si continua sulla Buhlerstrasse, si oltrepassa Buhler e giunti alle porte di Gais, alla rotonda, si gira a destra imboccando la Gaiserstrasse. Dopo aver oltrepassando Weissbad si arriva a Wasserauen dove, al termine della strada, si trova un ampio parcheggio.
Dopo aver parcheggiato la macchina, in compagnia di Fabio, ci dirigiamo alla funivia. Facciamo i biglietti (20 CHF a persona) e poi prendiamo posto all’interno della cabina panoramica. Silenziosamente saliamo verso Ebenalp ammirando il magnifico panorama sul cantone svizzero Appenzell. Davanti a noi si stagliano i profili di sette vette, da destra verso sinistra: Selun (2205 m), Frümsel (2267 m), Brisi (2279 m), Zuestoll (2235 m), Schibenstoll (2236 m), Hinterrugg (2306 m) e Gamser Rugg (2076 m). Giunti a Ebenalp (1590 m) la segnaletica verticale indica dritto Schafler (1,20 ore), Mesmer (3 ore), Santis (4,45 ore) mentre a destra Äscher (0,20 ore), Seealpsee (1,25 ore) e Chobel (1,15 ore). Noi ci dirigiamo verso il Berggasthaus e dal piazzale panoramico possiamo vedere la cima del Monte Schäfler (1925 m) e l’omonimo Rifugio. Sotto di noi ammiriamo il lago Seealpsee, meta della nostra gita, e in lontananza la cima del Monte Santis (2502 m). Torniamo indietro verso l’arrivo della funivia e seguiamo le indicazioni per Seealpsee. In forte discesa su terreno sterrato ma ben battuto giungiamo all’entrata della grotta preistorica di Wildkirchli, abitata circa 40.000 anni fa. Qui furono ritrovati utensili preistorici che dimostrano che è stata abitata da cacciatori e da raccoglitori nell’età della pietra (45.000 - 30.000 a. C.) oltre alle ossa di orsi delle caverne. Entriamo nella grotta e sempre in discesa, guidati da fievoli luci, usciamo dalla parte opposta dove in un capanno di legno è stato allestito un piccolo museo didattico. Il panorama che si gode da qui è spettacolare e ci fermiamo a scattare molte foto. Proseguiamo la discesa su sentiero abbastanza largo e messo in sicurezza da tiranti di acciaio fino ad arrivare al Rifugio Aescher – Wildkirchli (1454 m), la cui particolarità è quella di essere costruito fra alte pareti di roccia. Qui la segnaletica verticale indica Seealpsee (1,10 ore), Chobel (0,55 ore), Mesmer (2,35 ore) e Wasserauen (1,35 ore). Guardando dalla parte da cui siamo venuti si può ammirare la maestria di chi ha costruito questo sentiero: una passerella appoggiata a piloni di pietra rivestita di terriccio e brecciolino, sui quali sono stati infissi i parapetti per permettere agli escursionisti di procedere in tutta sicurezza. Anche da qui la vista è spettacolare specialmente verso il lago di …continua su: http://gianolinibike.it/node/9124

View more external

Athugasemdir

    You can or this trail