Niðurhal

Heildar hækkun

1.395 m

niður á móti

1.395 m

Max elevation

1.862 m

Trailrank

53

Min elevation

626 m

Trail type

Loop

Hnit

290

Uploaded

14. júlí 2021

Recorded

júlí 2021
Be the first to clap
2 comments
Share
-
-
1.862 m
626 m
22,3 km

Skoðað 76sinnum, niðurhalað 2 sinni

nálægt Pescosolido, Lazio (Italia)

Partenza da Pescosolido, prima un pò di asfalto poi carrareccia fino a raccordarci al sentiero Q8, il sentiero è messo bene ed è curato in quanto ci sono i pastori che fanno le transumanze ed è usato spesso dalle moto da trial per portare i viveri ai suddetti, allora farlo in discesa sicuramente è meglio , in salita presenta qualche roccia di troppo quindi bisogna spingere a tratti fino al Km 6, poi in prossimità del Vallone Lacerno diventa pedalabile l unico neo e che non si guadagna un mt in quanto è in piano, arrivati al km 9 si spinge fino al 10,3, poi si rimonta in sella passando i Campi di Grano, al km 12,5, si fa l ultimo sforzo a spinta su rocce, non andate a caso il sentiero è ben evidente è nascosto tra le rocce, poi dal 13,2 si pedala fino a fine giro.
Arrivato in vetta e fatta la sosta ammirando il panorama, riparto, primo tratto in free ride fino ad arrivare al sentiero non sempre visibile, propio per questo a quota 1260 circa dopo i tornanti, mi alzo sui pedali per vedere meglio, ma succede il fattaccio ,per guardare troppo avanti non ho visto la roccia dietro un cespuglio d 'erba davanti la ruota (me se sono reso conto dopo) cosi faccio una capriola a 360° , mi viene il " motorino" addosso (26Kg), sulla schiena a dir la verità, praticamente non ci ho capito nulla quindi non ho avuto il tempo di pararmi, una volta a terra e dolorante ho temuto il peggio ( pensando anche ad un amico che di recente è finito all'ospedale con una brutta caduta), fortunatamente quando mi alzo, avevo solo un escoriazione al braccio dx ,in quanto essendo ripido la gomitiera strusciando per terra si era spostata.
Allora di quanto è successo, ne sono contento perché non mi sono fatto nulla, mi servirà in futuro di non fare lo stesso errore, cioè non guardare troppo avanti se prima non hai visto dove metti la ruota, lo ammetto sono stato un pollo e lo scritto perché sia un monito anche per voi che leggete, d'altronde da un monte che si chiama La Brecciosa non potevo certo trovare sabbia dietro il cespuglio d'erba🤣, quindi mi raccomando mettete sempre le protezioni, io avevo casco, gomitiere , ginocchiere e lo zaino Protector paraschiena, forse quest'ultimo ha evitato il peggio.
Cmq mi rimetto in sella e faccio gli ultimi mt del Vallone Mandrino, per poi raccordarmi al tratto finale del Q8 , la parte più bella , rocce e bei passaggi qui non mancano, infine carrareccia e poi asfalto fino alla macchina
Percorso privo di fonti
percorso effettuato in e-bike e prevede più o meno 2 km a spinta
Varða

Il fattaccio

Varða

Inizio tratto a spinta

Varða

1740 m altezza2

Varða

Fine tratto a spinta

Varða

Bar

Varða

forest30

Varða

land82

Varða

Q8 T2 Pth

Varða

Q8 T2 Pth1

Varða

Q8 T2 Pth2

Varða

Q8 T2 Pth3

Varða

Q8 T2 Pth4

Varða

Parcheggio

2 comments

  • molesto72 22. júl. 2021

    Ciao, descrizione molto interessante, volevo chiederti se avevi preso in considerazione il sentiero Q9 per riscendere. Grazie

  • mynd af Gianluca Proscio

    Gianluca Proscio 22. júl. 2021

    Ciao, non l ho preso affatto in considerazione, in quanto, chi l ha fatto non me ne parlato bene, difatti anche l anno scorso l ho evitato, facendo quest altro, vedi, ( Quasi... monte Cornacchia)

You can or this trail